Fare Cose

Farsi le bombe (da bagno) in casa

Sono il tipo di persona che quando vede qualcosa, prima cerca di capire se c’è il modo di replicarla in casa. Di solito il processo è: innamorarsi di qualcosa, cercare il prezzo, piangere, cercare soluzioni fai-da-te, comprare l’occorrente, fallire miseramente, rendersi conto che si è speso comunque tantissimo, continuare a piangere.

A volte però le cose riescono bene e soprattutto non si spende poi così tanto, in modo che con i soldi risparmiati si possano comprare altre cose superflue. PROFIT!Un’azienda che, per ora, non ha ancora visto i miei soldi è la Lush. Sicuramente prima o poi cadrò nella loro trappola profumata e colorata, ma non credo che comprerò mai le loro bombe da bagno.
Sono bellissime, intendiamoci, ma 6€ per una cosa che mi frizza nella vasca?
Davvero? Siete seri?

Però dopo una rapida ricerca online, ho scoperto che esistono tantissimi metodi per farle in casa. Dopo una lunga ricerca, ho scelto una delle tante ricette e mi sono procurata gli ingredienti.

Il DIY mi dà sempre tantissima soddisfazione indipendentemente dai risultati, e senza ombra di dubbio è colpa di Giovanni Mucciaccia e di Neil, il grande artista.

Ingredienti (polveri)
1 cup (240 ml) bicarbonato di sodio
½ cup (120 ml) amido di mais
½ cup (120 ml) sali epsom*
½ cup (120 ml) acido citrico**

Ingredienti (liquidi)
1 tablespoon (15ml) di acqua
1 tablespoon di olio (oliva, semi, come volete voi)
1 teaspoon (5ml) di olio essenziale
qualche goccia di colorante alimentare

Strumenti
una bacinella
un bicchiere
una frusta
stampini***

NB: se non avete niente di tutto questo in metallo o in vetro, fate attenzione perché la plastica assorbe il profumo degli olii essenziali o il colore del colorante, quindi riutilizzarle per gli alimenti non sarebbe consigliabile.

Opzionale
guanti in lattice e mascherina vassoio asciugamano

*i sali epsom (o sali inglesi) non li ho trovati nella mia città, quindi li ho presi online, su ebay
** l’acido citrico invece l’ho trovato in un negozio che vende prodotti per la casa
*** ho preso degli stampi in silicone per muffin e cioccolatini per forme particolari, mentre per la classica forma a palla ho comprato le palle di plastica trasparente che si aprono, quelle per i lavoretti nataliziProcedimento

Se siete pavide come me, indossate i guanti di lattice e la mascherina (io l’ho buttata via dopo tre secondi, ma volevo sentirmi professional), nella bacinella mettete tutte le polveri e mescolatele tra loro.

In un bicchiere, o in una bottiglia, o in uno spray vuoto, mettete tutti gli ingredienti liquidi e mescolate bene; se avete un recipiente chiuso date una bella shakerata.
Se volete un bel profumo intenso potete aggiungere altro olio essenziale, magari mettendo meno olio.

Lentamente versate nel mix di polveri il liquido che avete miscelato, la cosa importante sarà versare poche gocce alla volta continuando a girare con la frusta, in modo da non far frizzare troppo il composto. Continuate a versare e mischiare fino a quando il tutto non raggiungerà la consistenza della sabbia bagnata.

Vi basterà stringere il composto tra le mani; se lo vedete troppo sbricioloso non va bene e dovrete aggiungere ancora parte liquida. Di solito io la verso tutta, ma a volte avanza un po’, credo dipenda anche dalle condizioni ambientali, ma potrei star dicendo grandi stronzate. Una volta soddisfatti, prendete gli stampini e riempiteli, mi raccomando pigiate bene benissimo tutto quanto perché le vostre bombe devono essere molto compatte.

Se usate gli stampi in silicone lasciatele lì, se usate le palle trasparenti invece tiratele fuori delicatamente e mettetele su un vassoio. Io a volte ci ho rinunciato a fare palle intere, e ne ho fatte solo metà, sono carine uguali e voi impazzite meno.
Ora l’importante è farle asciugare per almeno 24 ore; io le avvolgo in un asciugamano e me ne dimentico per qualche giorno. Una volta asciutte conservatele in un luogo fresco e asciutto, oppure anche nel vostro bagno, l’importante è che siano ben chiuse per evitare che inizino a frizzare a causa dell’umidità. Oppure usatele subito nella vostra jacuzzi per 10 persone, io in quel caso non lo voglio sapere perché potrei automaticamente odiarvi.Io sono una persona pigra e, sebbene ami fare il bagno, ne faccio giusto uno o due al mese, preferendo la velocità estrema delle docce – ah, le gioie di vivere in una casa gelida come i giardini di Winterfell! – però devo dire che aggiungono un tocco in più a quello che è un rituale molto rilassante. Ho scoperto che le bombe più piccole sono carinissime usate per il pediluvio.
Pediluvio è una parola che mi fa schifo e spero di non doverla più ripetere.

Per farvi vedere la potenza frizzatrice,  ho fatto un video con il cellulare. Non sono ancora al livello dell’esplosione di colori e glitter della Lush, ma mi accontento. Fateci sapere se proverete a farle!