Cose Che Ho Finito · Opinioni Opinabili

Cose Che Ho Finito #3 – Luglio 2017

Siamo entrati in quella fase dell’estate in cui anche solo mettere la crema viso mi fa sudare il triplo rispetto al normale, ma nonostante questo continuo imperterrita con la mia skincare routine, per evitare di lasciare allo sbando questa pelle temprata da sbalzi ormonali e caldo asfissiante.
I prodotti finiti anche questo mese non vedono neanche l’ombra di  prodotti make up perché mi sono truccata 2 volte in questo torrido Luglio, e mi sa che continueremo così fino a fine settembre, cosa che mi fa svalvolare più di quanto vorrei; truccarmi è una cosa che mi piace fare e che mi fa sentire meglio, non poterlo fare perché fa caldo mi rende una pazza iraconda. SIGH.

Continua a leggere “Cose Che Ho Finito #3 – Luglio 2017”

Cose Che Ho Finito · Opinioni Opinabili

Cose Che Ho Finito #2 – Giugno 2017



Anche Giugno è finito ed io SONO PIENA MARIA GIOVANNA, ma sarò buona e questa volta non mi lamenterò che fa un caldo bestia, anche perché abbiamo avuto due giorni in cui finalmente sono tornata a respirare.
Parlerò invece dei miei prodotti finiti di questo mese, di cui come era prevedibile non ce ne è neanche uno di trucco, perché questo mese mi sarò truccata sì e no 5 volte (quasi sicuramente meno).

Continua a leggere “Cose Che Ho Finito #2 – Giugno 2017”

Cose Che Ho Finito · Opinioni Opinabili

Cose Che Ho Finito #1 – Maggio 2017

Che io sia una blogger un po’ farlocca lo si era già capito da tempo, quindi figuriamoci se riuscirò mai a tenere una rubrica sui prodotti finiti del mese; questa volta però avevo più di qualche cosa finita o ridotta all’osso, e mi è sembrata l’occasione giusta per rispolverare questo quasi dimenticato blog.
Ho un po’ barato perché, non essendo mia intenzione scrivere questo post, ho allegramente buttato qualche confezione vuota MA OH, è il pensiero che conta (no).

Ma veniamo al dunque: cosa ho finito? Cosa ho ricomprato?

Acqua Micellare Garnier per Pelli Sensibili + Acqua Micellare Garnier Bifase con Olio d’Argan:
Il flacone di quella bifasica è finito mentre ero a Bologna, quindi è uno di quei prodotti che ho finito e buttato senza fare prima una foto perché essendo piuttosto ingombrante ho preferito buttarlo e non portarmelo dietro; qui in foto c’è il nuovo arrivato.
Perché due acque micellari? Perché le uso in casi diversi, fondamentalmente: io mi strucco prima con l’olio struccante per togliere la maggior parte del trucco e poi passo l’acqua micellare normale sugli occhi per rimuovere i residui più ostici; purtroppo la Bifase non mi piace usarla con insistenza sugli occhi perché mi dà fastidio, ma la trovo perfetta per le altre zone del viso (mi toglie bene anche i rossetti liquidi opachi) e per togliere velocemente eventuali swatch di rossetti sulle braccia. Non mi piacciono quanto la Bioderma ma mi piacciono parecchio e cerco di non rimanere mai senza.

MAC Studio Moisture Cream, formato 30ml:
Io la AMO. La uso prima di truccarmi e la mia pelle mista con tendenza al secco ringrazia, specie nei periodi in cui è più secca. La trovo un’ottima base per fondotinta un po’ più pesanti, ma anche per fondi più tranquilli tipo il mio amato Naked Skin di Urban Decay che a volte mi evidenziava i punti più secchi.

Omia Siero Viso all’Aloe Vera: 
Ecco, questo siero è stata una grossa delusione. Mi ero trovata benissimo col siero all’olio di Argan, ma questo non è per niente adatto alla mia pelle, non mi piace neanche come si stende, per dire. Lo riciclerò in qualche modo ma so già che alla fine finirà nel cestino assieme alla mia frustrazione.

Biofficina Toscana Contorno Occhi Antirughe: 
Mi è piaciuto ma forse non abbastanza da ricomprarlo; non so se sia davvero antirughe ma di certo mi idratava bene la zona perioculare (che dopo due anni di creme e cremine è finalmente diventata accettabile nonostante le stramaledette lineette che tanto piacciono ai correttori, a giudicare da come amano piazzarcisi dentro), ma una cosa non mi è andata giù: l’erogatore! Si deve premere poco il tubetto, sennò è facile trovarsi parecchio prodotto in mano, e se non si disponde di un piccolo contenitore andrà sprecato perché non si può rimettere dentro il tubetto.

Dr Taffi Gocce Distillate d’Eufrasia:
Mica ho capito se su di me facciano la differenza, ma mi piace la sensazione rinfrescante che danno prima di applicare la crema contorno occhi. Infatti le ho ricomprate e quella in foto è la confezione nuova, perché il contagocce della vecchia mi era servito per miscelare degli acquerelli (era proprio quello che mi serviva, tra l’altro!).

Urban Decay Naked Skin (Shade 1):
È il secondo che finisco e l’ho già ricomprato. Rimane il mio fondotinta preferito perché lo trovo versatile: non lo sento sulla pelle ma la uniforma bene (al contrario del Waterweight di MAC che è un fondo abbastanza leggero ma che sento sulla pelle tutto il giorno, come se non si asciugasse mai), se lo voglio più luminoso mi basta mettere prima un po’ di Strobe Cream di MAC, se ho la pelle particolarmente secca non mi segna nulla se aggiungo un goccino di Essential Oils di MAC, e lo miscelo anche all’All Nighter (sempre di UD) quando voglio un fondotinta più importante ma comunque naturale.

MAC Fix+:
Anche in questo caso è il secondo che finisco e ne ho già comprato un altro. Senza Fix+ non saprei stare, fra poco ci faccio anche il caffè. Lo uso prima del trucco per preparare la pelle e lo uso anche a trucco completo per fissare e togliere l’effetto polveroso. Sul mercato ci sono tanti altri fissanti però, quindi non so se in realtà ci sia di meglio in giro.

Kat Von D Tattoo Liner in Trooper:
Anche lui, come l’acqua micellare, mi ha abbandonata mentre ero a Bologna, e devo dire che è durato molto più di quanto mi aspettassi, anche se in effetti l’eyeliner ormai lo uso davvero di rado. Questo lo avevo preso a Novembre 2015 a San Francisco, quando all’epoca Kat Von D non c’era ancora in Italia e in generale in Europa, e se lo avessi finito prima probabilmente avrei cercato qualsiasi modo per riaverlo. Punta sottile e ultra precisa, scorre bene, dura tanto: l’ho già ripreso perché oltre alla classica codina sottine, è ottimo anche per bordature sottilissime (che poi sfumo con delle matite nella parte finale).

Alla prossima puntata ♥