Cose Fighe · Opinioni Opinabili

Un matrimonio senza i Lannister che mandano i loro saluti

Lo so, lo so, questo era un blog dove sproloquiavo sul make up, ma è anche vero che questo è un posto senza obblighi e senza pretese; per questo ho deciso di parlare di quel che più mi aggrada e i matrimoni mi garbano assai.
Sono solitamente romantica come una lastra di granito, ma ci sono storie che per qualche insondabile motivo riescono a coinvolgermi. E poi non dimentichiamoci della pms che mi affligge ogni mese da 18 anni e ogni volta mi coglie impreparata (ogni mese, alle puntuali domande “perché oggi sto piangendo per questo video delle tartarughine impigliate nella plastica? perché oggi ho questa fame implacabile? perché oggi la gente si sta divertendo a farmi incazzare?” arriva puntuale la meraviglia nel rendermi conto che sì, è di nuovo pms).

Perché mi interessa del matrimonio di Kit Harington e Rose Leslie?
Innanzitutto perché è bello vedere sui social un po’ di ammmore in mezzo a tutto questo mare di merda e odio.
Poi perché oh, tutte le occasioni son buone per criticare o apprezzare i vestiti altrui.
Il matrimonio è stato celebrato in Scozia, nazione del mio cuore dove sogno di tornare, e già questo basta per rendere tutto perfetto ai miei occhi.
E poi… Sono fan di Game of Thrones mio malgrado. Ho letto i libri, sono in pari con la serie ma allo stesso tempo provo un odio viscerale per GRR Martin e tutte le sue creature; sono anche una Jonerys e non me ne vergogno. Per me vedere un matrimonio con gli attori di Game of Thrones dove nessuno inizia a suonare Rains of Castamere e nessuno viene trucidato o stuprato o avvelenato è effettivamente una sorpresa.

Continua a leggere “Un matrimonio senza i Lannister che mandano i loro saluti”

Dupes · Opinioni Opinabili

Kat Von D è un’antivaccinista: e adesso cosa compro?

Avere la possibilità di riversare sui social qualsiasi scoreggia mentale produca la nostra mente è un’arma a doppio taglio.
Così come scopriamo con facilità che quel figo che l’altro giorno al baretto ci sembrava simpaticissimo tra uno spritz e l’altro in realtà su facebook condivide post di fake news commentandoli con “roba da matti……….” (spoiler: puntini di sospensione never lie), così si palesa anche una variegata propensione all’essere teste di cazzo da parte di personaggi famosi che un tempo apprezzavamo e supportavamo.

Ecco, ieri è successo a Kat Von D: mi piace parecchio la sua linea di make up, mentre lei come personaggio ha sempre suscitato in me sentimenti contrastanti; sentimenti contrastanti che si sono trasformati in sentimenti ben precisi di orrore quando ha annunciato pubblicamente che non vaccinerà suo figlio.
A me frega poco che sia vegana (scelta che rispetto), che partorisca in casa (scelta che rispetto), ma non riesco ad accettare che una persona che si definisce “well educated” su certe questioni e che, soprattutto, sia seguita da milioni di persone, possa mandare un messaggio del genere, il tutto con toni da povera anima perseguitata che poco si addicono ad un’imprenditrice milionaria. E poi devo dirlo: animal rights, cruelty-free e tutto il resto è molto bello e appassionante, ma a casa lei ha 3 gatti sphynx, che non sono certamente creature salvate dalla strada ma acquistate tramite allevatori. Nel caso in cui li abbia trovati abbandonati per le strade di Los Angeles sono pronta a scusarmi, ma dubito che qualcuno abbandoni un gatto dal valore di un migliaio di dollari. Just saying.
Per fortuna tra i commenti al suo post ci sono anche voci della ragione, ma la verità è che viviamo in tempi bui.

Va da sé che eviterò di comprare prodotti Kat Von D Beauty in futuro, consapevole di essere solo una goccia nell’oceano.
Personalmente, più che il prodotto in sé, amo follemente il packaging del marchio, quindi sarà facile farmene una ragione e rinunciarci.
Ma ci sono alternative a questi prodotti? Ovviamente sì. Parlerò solo di cose che ho provato in prima persona, salvo diversa segnalazione. Tutti i prodotti che menzionerò sono vegan, ad eccezione dei Cream Lip Stain di Sephora di cui non ho la certezza (ovviamente se siete vegan controllate sempre e non fidatevi della mia parola).

Continua a leggere “Kat Von D è un’antivaccinista: e adesso cosa compro?”