Opinioni Opinabili

I Miei 5 Rossetti Preferiti di Sempre (per ora)

L’ultima volta che ho scritto qualcosa in questi lidi abbandonati ero nel mezzo di mistiche visioni a causa del caldo; questo significa che, tra una cosa e l’altra, sono quasi tre mesi che non scrivo nulla sul blog. Se domani vi troverete sotto un’abbontante coltre di neve, la colpa è probabilmete mia.

Da cosa ricominciare a blaterare quindi se non dai rossetti, da cui è partito tutto il mio amore per il make up e che ormai possiedo in quantità imbarazzanti?
Fare una Top Five è impresa impossibile, lo ammetto, per questo ho specificato PER ORA. Fra qualche mese magari ne scopro di altri, o semplicemente i miei gusti continueranno a cambiare come mi succede spesso e volentieri.
Questi sono i rossetti che porterei con me sull’isola deserta, perché è risaputo che le isole deserte pullulano di occasioni mondane. (Più concretamente, sono i rossetti che scelgo di portare in viaggio quando non ho problemi di spazio.)

 

Reverse di Nabla Cosmetics – il Laura Palmer
Mentre il trend del trucco occhi sembra continuare su una determinata direzione (toni rosa e rossicci, toni caldi, eyeliner lunghi come la Salerno-Reggio Calabria), per le labbra c’è il filone Laura Palmer che continua a farla da padrone. Cosa è un rossetto Laura Palmer? Qualsiasi rossetto faccia diventare le vostre labbra dello stesso colore che avrebbero se vi avessero appena ripescato da un lago. È tutto uno spopolare di marroncini grigini, lillini grigini, rosini grigini, violini grigini, insomma grigini in tutte le loro declinazioni. A me il rossetto grigio piace. Non sempre, non in tutte le occasioni, va studiato come abbinarlo prima che qualcuno chiami i RIS alla vista del vostro colorito, ma nonostante questo mi piace. Non valorizza manco per un cazzo, ma mi piace. Al cuor non si comanda.
Reverse di Nabla rientra appieno in questa categoria, un grigio lilla abbastanza chiaro dalla texture opaca ma non super opaca come quella dei rossetti liquidi che,  a me personalmente, ha un po’ stancato. Di tonalità simili ce ne sono parecchie ma non nel classico formato stick, per questo lo trovo piuttosto unico nel suo genere.
In questa foto l’ho abbinato ad un trucco occhi viola, ma cercherò di farlo funzionare anche con altri colori.

08 di Rimmel Kate Moss – il Nude Quasi Perfetto
La linea Rimmel Kate Moss è in parte andata fuori produzione, ed è un peccato perché l’ho sempre trovata molto valida. Lo 08 è un nude rosato neutro leggermente lucido, che usato in combinazione con la matita Soar di MAC, è il mio nude preferito, quello che uso quando carico abbbomba gli occhi e voglio le labbra con un effetto naturale ma non obliterate come se stessi usando un correttore.
Dovrebbe essere il dupe di Cosmo di MAC, ma non ho verificato di persona.
Lo indossavo qui.

Amorous di MAC – il Rossetto per Quando Non Voglio Pensare al Rossetto
Simile a Captive e Craving, Amorous è un berry rosato leggermente desaturato dal finish luminoso ma non lucido (è un Satin) che uso spesso quando non voglio pensare a che rossetto mettere. Mi piace perché non rende le labbra protagoniste ma non le lascia neanche nel più bieco anonimato.
Qui l’ho abbinato ad un trucco occhi abbastanza leggero.

Marsala di MAC – il Rossetto Più Bello
La linea Liptensity di MAC è in giro da un anno ormai e presto usciranno altre colorazioni, assieme alle matite labbra che mi incuriosiscono moltissimo.
Marsala è il primo Liptensity che ho preso ed è, senza tanti dubbi, il rossetto più figo in mio possesso. Il colore è un berry freddo, pieno, saturo, brillante, la texture è cremosa, leggermente lucida, dalla durata estrema.
Unica pecca: la forma tonda dello stick mi manda al manicomio ogni volta perché non riesco a definire bene il contorno labbra, nonostante usi sempre la matita (Beet di MAC) sia per il contorno sia come base. Ma a parte questo difetto, il mio amore per Marsala è eterno ♥ L’ho indossato in una delle mie ultimo foto su Instagram, qui.

Diva di MAC – il Rosso Scuro per Fare La Figa
Quando si tratta di rossi, alla fine il mio preferito è Diva, uno dei best seller di MAC. È un rosso scuro vicino al borgogna, che a volte rendo più tridimensionale con un velo di gloss sopra. Non lo metto spesso ma quando ho voglia di rossetto rosso lo trovo molto più interessante del famigerato Ruby Woo (che gode di una fama spropositata ma che trovo molto più difficile da indossare rispetto a Diva).
Purtroppo non ho foto valide con Diva, ma rimedierò presto (spero).

Il Grande Escluso: Sheer Shame di Urban Decay
Al sesto posto ci sarebbe Sheer Shame di Urban Decay, che presi solo perché lo trovai a metà prezzo da Sephora ma che poi si è rivelato un rossetto molto più interessante di quanto pensassi.
È un color berry molto sheer, come dice il nome stesso; vuol dire che il colore c’è ma rimane semitrasparente, rendendolo molto versatile a seconda della matita che deciderete di abbinarci. Non è nella Top Five solo perché la durata non è delle migliori quando viene usato senza una base, ma per il resto rimane uno dei rossetti che ho usato di più in assoluto.

Quali sono i vostri rossetti preferiti? Abbiamo qualche colore in comune? ♥

Annunci

One thought on “I Miei 5 Rossetti Preferiti di Sempre (per ora)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...