Cose Fighe · Opinioni Opinabili

Haul skincare coreana – foto e prime impressioni

Quando Martina Sybelle fece un video su un sacco di prodotti coreani presi sul sito beautynetkorea, ha iniziato a frullarmi in testa l’idea di fare un ordine per diversi motivi: non ho mai provato niente di coreano, sembravano tutti molto molto validi e soprattutto avevano un packaging estremamente kawaii o molto elegante, senza vie di mezzo.
Il 6 settembre, esattamente quattro mesi dopo il video di Martina perché sono pigra e lenta, mi sono finalmente decisa e ho preso molte meno cose di quanto avrei voluto. Purtroppo bisogna scendere a compromessi e ho comprato solo prodotti per la skincare e niente trucchi. Sacrilegggio.
Il 6 ottobre ho ricevuto il mio bel pacchetto, rendendomi conto di aver preso solo roba per punti neri che in realtà manco ho. Cioè, ce li ho, ma pochi, e la mia pelle in inverno è tutto fuorché grassa…
Superata la realizzazione iniziale mi sono resa conto comunque che avrei usato tutto lo stesso.
A differenza dei negozi nostrani tipo Sephora, mi hanno mandato anche sette campioncini che conserverò come se fossero sette Horcrux perché mi dispiace usarli.

haulkorea
Visto che mi sono gettata sui prodotti con vorace avidità, ho deciso di fare un post a metà tra l’haul e il first impression come fanno le youtuberz ammerigane. Insomma, vi faccio vedere cosa ho preso e come mi sono trovata al primo utilizzo.

haulkorea-3 haulkorea-4

Partiamo dalla cosa più carina, ovvero lo stick pandoso per il contorno occhi. Il prodotto si chiama Panda’s Dream Brightening Eye Base del brand Tonymoly e serve appunto per schiarire le occhiaie. Appena applicato non ho notato grandi differenze di colore, anche se magari la situazione migliora usandolo spesso, ma ho subito notato che il contorno occhi (il mio è arido, ricordiamolo) era molto più morbido, quasi vellutato, un po’ come succede con alcuni primer. L’ho fatto assorbire e poi ho applicato il correttore come faccio di solito; non interferisce assolutamente con la texture del correttore (cosa che fanno di solito alcune creme che ho provato) e anzi ne facilita la stesura.

haulkorea-5 haulkorea-6

Stanno andando di modissima queste maschere peel off nere ed inquietanti. Tra le più famose c’è quella di Boscia, ma qui in Italia non sappiamo manco cosa sia, quindi perché non provarne una coreana? In fondo ho visto gente spalmarsi in faccia maschere simili prese a 3€ su ebay.
Ho preso quella specifica per il naso, visto che è la zona dove ho più punti neri; questa è di Missha e si chiama Black Ghassoul Peel-off Nose Pack. L’ho provata con foga senza dilatare i pori prima, e devo dire che qualcosa ha tolto lo stesso, ma sicuramente è molto più valida quando si perde un po’ di tempo prima a preparare la pelle. In ogni caso non mi è caduto il naso come aveva profetizzato mio padre quando mi ha vista girare per casa col il naso nero.

haulkorea-2

Della Secret Key invece ho preso il Dual Brush e la Cleansing Bar, entrambi della linea Black Out Pore.
Perché, perché ho comprato altra roba per i punti neri? Non me ne capacito, ma per fortuna non servono solo a quello. La saponetta è utile per rimuovere punti neri delicatamente, restringere e detergere i pori ed ha anche un effetto calmante ed idratante. Per le sue proprietà è adatta anche a rimuovere il trucco. Ieri l’ho utilizzata per completare lo struccaggio. Al momento sto usando l’olio di cocco perché ho la pelle troppo sensibile per continuare ad utilizzare l’acqua micellare, ma struccarsi con l’olio vuol dire sciogliere il trucco ma farlo rimanere in faccia. Così dopo aver sciolto bene tutto il trucco, una volta sciacquato il viso, ho utilizzato la saponetta in abbinamento con la spazzola, che ha le setole più morbide che abbia mai provato. Rimuove tutto a giudicare da come ho ridotto le setole ieri sera, ma è molto delicata, infatti non mi è andata a fuoco la pelle. C’è anche il lato con le setole in silicone, che ho usato sulla zona T.

haulkorea-7

Per quanto riguarda i campioncini, ho ricevuto due creme notte intensive, degli eye patch e due White Magic Cream (queste creme sbiancati vanno tantissimo nei paesi asiatici) di Tonymoly e due sieri di Skinfood.

In conclusione? Mi sto trattenendo dal fare un altro ordine.