Cose Fighe · Mac

Cose nuove da MAC su cui sto riflettendo || Nuove collezioni

Ho iniziato ad interessarmi al make up in maniera più cosciente solo nel corso dell’ultimo anno, quindi molti meccanismi sono davvero nuovi per me. Ad esempio: la MAC ha sempre sfornato una collezione dopo l’altra senza neanche darti il tempo di capire quanti soldi sei disposta a spendere tra lacrime e pentimento? Aggiorneranno presto il sito italiano di MAC come hanno fatto per quello statunitense? Perché la MAC non fa mai gli sconti?
Non lo so, ma so che se dovessi dar retta alle mie voglie passeggere, a quest’ora mi ritroverei in uno dei peggiori bar di Caracas a svendere qualche organo interno al mercato nero.

Ad esempio: i rossetti MAC x Giambattista Valli sono desiderabilissimi, se non altro per il fatto che puoi capire che colore sia solo dal packaging. Scusate se è poco, io ho solo cinque rossetti MAC e prima di beccare quello che voglio ci metto dieci minuti. I colori sono belli ma a mio avviso poco originali. Ciò non toglie che quello più scuro me lo sognerò la notte. La puntualissima Christine di Temptalia ha già fatto una review con tanto di swatch. A Luglio nei negozi.

fall2015_macgiambattistavalli001 fall2015_macgiambattistavalli002

Non ho ancora capito quando uscirà in Italia di preciso, pare ad Agosto, ma in America è già una realtà: la nuova collezione The Matte Lip 2015. I rossetti matte sono i miei preferiti, e in questa collezione si possono trovare un sacco di cose interessanti. Whirl e Stone, finora solo in formato matita labbra, ora diventano rossetti; ci sono novità e colorazioni già uscite in alcune edizione limitata in passato. La cosa molto molto positiva è che faranno tutti parte della collezione permanente. Odio le Limited Edition con tutto il cuore, ho un bellissimo rossetto MAC che è LE e so già che non voglio finirlo.
Mi consolerò scegliendo cosa comprare tra Whirl, Runway Hit (che avevo puntato da secoli, era già uscito), Persistence e Instigator. Senza contare quelli che volevo già: Please Me, All Fired Up e Velvet Teddy.
Se siete curiosi, sempre su Temptalia ci sono tutti gli swatch e le review.

summer2015_macthemattelip001
Sempre quest’estate dobbiamo aspettarci un prepotente ritorno degli anni ’80, da cui sembra impossibile uscirne vivi, probabilmente perché soffocati da glitter e colori vivaci.
A Luglio esce MAC Le Disko, una collezione che trovo molto bella da guardare ma che non riuscirei mai ad indossare. Cinque Dazzleglass, ovvero dei lipgloss con una vagonata di brillantini, dodici DazzleShadows, ovvero ombretti così brillanti da causare l’epilessia come quegli anime giapponesi, due eyeliner (uno oro e uno argento) e un pennello.
Tutto limited edition.
Non so se sono pronta a vedere gente che va in giro come Olivia Newton John.

summer2015_macledisko001 summer2015_macledisko002

È dal Met Gala di quest’anno, famoso per averci regalato un numero imbarazzante di vestiti osceni, che si è intuito un certo trend cinese nell’aria. Ad Ottobre 2015 uscirà MAC x Guo Pei, una collezione di sedici pezzi tra cui gloss e blush, con tonalità che dovrebbero ricordare la primavera cinese. Sono curiosa di vederla nei negozi, perché potrebbe rivelarsi veramente meravigliosa o una cosa inguardabile.

MTI5OTYyNzUxMTQ0NTAzOTM5
Per le feste pare ci sia una MAC x Ellie Goulding in preparazione, di cui ancora non si sa molto.
Io so che probabilmente mi piacerà molto, vedo un bel rosa e dei bei toni neutri. Ovviamente prima di sbilanciarmi con i miei soliti “LA BRAMO!” e “DEVE ESSERE MIA!” aspetterò di vederla nei negozi. Forse.

holiday2015_macelliegoulding001 holiday2015_macelliegoulding002

Se c’è una categoria di prodotti che quest’anno ha davvero fatto il botto sono i rossetti liquidi. Tutte le marche si stanno adeguando al trend, io non ho opinioni particolari sui rossetti liquidi, anche se apprezzo le tinte a lunga tenuta per quei giorni in cui sei invitata ad apericene, happy hour, aperitivi e altri eventi dai nomi molto tristi.

Ovviamente MAC non resta a guardare, e a quanto pare è prevista per Luglio la collezione Vamplify, di cui non sono riuscita a trovare nessuna notizia ufficiale. Sigh.
L’unica foto gira sull’account instagram e facebook trendmood01.

10475681_1640216369548004_8311907678774423595_n

Abbiamo finito, MAC? Non ti sembra un po’ eccessivo questo sfornare in continuazione prodotti nuovi? Non ci pensi al fatto che, oltre a dover permetterci il lusso di pagare le bollette e fare la spesa, forse sia il caso di dedicare tempo e soldi anche ad altri brand? NON HAI UN CAZZO DI CUORE, MAC?

Opinioni Opinabili

Haul degli ultimi mesi con mini recensioni

web_haul

Nel mondo di Youtube, che è un posto infido da trattare con cautela, i video haul vanno alla grande, visto che hanno il doppio scopo di vantarsi dei propri acquisti e quello di smarchettare qualcosa. A volte però sono utili per scoprire nuovi prodotti per poi andarsi a informare su Temptalia o MakeupAlley.
Trovo deprimente mettermi a vedere video di gente che torna a casa con bustone di Sephora e Mac, così come trovo deprimente entrare in pasticceria e non prendere nulla perché mi vedo riflessa nel vetro del bancone, ma lo faccio lo stesso perché siamo anime votate al tormento e ai grassi saturi.
Vi giuro che se mai diventerò ricca, non vi sottoporrò ad una tortura simile, oppure lo farò indossando il cilicio mentre sono inginocchiata sui ceci.
Negli ultimi mesi ho accumulato un po’ di roba in prevalenza low cost, e siccome non ho poi così tanto da dire su ogni singolo prodotto, ho deciso di fare delle mini review giusto per dare un’idea di come mi sono trovata.

web_haul-2

VISO
1. Essence I ♥ Nude Eyeshadow – 05 my favourite tauping – 3,19€ 
– non è un prodotto per il viso ma ho scoperto che è perfetto da usare per il contouring, essendo un taupe molto chiaro e facilmente sfumabile. Non è esattamente opaco ma è satinato, però si fonde molto bene con la pelle e non ha glitter. Insomma è assolutamente a prova di incapace, visto che riesco ad usarlo anche io che con il contouring sono negata, un po’ come quando al liceo non sono mai riuscita a capire i limiti ma mi toccava farli lo stesso.
2. Neve Cosmetics Fondotinta Minerale – Light Neutral – 13,90€ 
– non ho mai provato un fondotinta minerale, ho deciso di prendere questo perché ha un buon prezzo ed è disponibile in tonalità molto chiare. Devo ancora carpirne i segreti, perché usato con il pennello ha una coprenza molto leggera e a volte vorrei qualcosa che mimetizzi meglio i brufolazzi.
3. Maybelline Instant Age-Rewind Correttore – Light – 12€ circa – questo correttore è impossibile da trovare, lo cercavo da più di un anno quando finalmente l’ho trovato in uno squallido Acqua&Sapone. Non posso farne più a meno, lo uso ogni volta che mi trucco. Non è super coprente ma mi aiuta ad illuminare lo sguardo.

 

web_haul-3

ROSSETTI
4. Nabla Diva Crime – Paloma – 12,90€ – Paloma è un bel pesca, più arancio che rosa. Sono stata una di quelle che ha beccato uno dei rossetti fallati, completamente staccato alla base. Per fortuna è stato prontamente cambiato dalla gentile proprietaria della bioprofumeria dove l’ho preso. Il colore è molto bello e il finish sicuramente interessante, ma non dura molto sulle labbra e mi dispiace portarmelo in giro perché è estremamente morbido e soggetto a spappolarsi.
5. Prestige The Shine Lipstick – 05 Intrigue – 4€ in offerta – non ho mai comprato niente della Prestige, ma un rossetto a 4€ è una tentazione irresistibile, specie quando si tratta di un colore che non ho (lo descriverei come un fucsia violaceo). Ha un odore da cosmetico di bassa qualità, ma dura abbastanza sulle labbra.
6. Mac Lipstick – Pure Zen – 19€ – prima di Pure Zen avevo solo rossetti matte; è il mio primo cremesheen e ne vado molto fiera. È un nude rosa pesca molto chiaro e glossy, che uso soprattutto quando faccio smokey eyes pesanti, perché con un trucco occhi leggero tende ad impallidire un po’ la faccia.
7. Rimmel Lasting Finish Kate Moss – 38 – 8€ circa – io adoro questa linea di rossetti, il 104 e il 107 della linea matte sono tra i miei preferiti e questi due appena arrivati sono sicuramente nella top ten dei rossetti che uso di più. Il numero 38 è un nude rosa pesca, molto più coprente e rosa rispetto a Pure Zen di Mac. Purtroppo tende ad evidenziare le screpolature, per questo lo metto solo quando so di avere labbra decenti.
8. Rimmel Lasting Finish Kate Moss – 08 – 8€ circa – come sopra. Questo è quasi un my lips but better, con la giusta quantità di rosa e marrone. La classica colorazione da tutti i giorni, lo amo molto. Lo uso spesso con la matita labbra Eastend Snob sempre di Rimmel, che lo rende più rosa e più duraturo, oppure con una matita marrone (la 300 di Kiko) quando voglio sembrare uscita dagli anni ’90. Non secca affatto le labbra.

web_haul-4
TINTE
9. Sephora Outrageous Rouge – 01 Rose Seduction – 14,90€ – DELUSIONE. L’ho preso con un 20% di sconto, e meno male. Appena messo non sembrava male, il colore è bellissimo, intenso, glossy… Peccato solo che non si asciughi mai e incolli le labbra creando zone disomogenee bruttissime da vedere. Va via a pezzi ma per toglierlo ci vuole un rito voodoo. Mi dispiace un sacco perché sia quello che ho preso che gli altri della linea hanno colori splendidi.
10. Sephora Gloss Effetto Rossetto No Transfer – 13 Marvelous Mauve – 10,90€ – non capisco perché lo chiamino gloss in Italia, perché NON è un gloss ma una tinta matte. Molto matte. In inglese infatti è “cream lip stain” che rende meglio l’idea. Sono delle tinte molto belle, la mia non è molto resistente e secondo me potrebbe sopravvivere ad un aperitivo non oleoso ma non ad una cena completa. Il colore che ho preso è un malva bellissimo, un po’ poco estivo ma che sfrutterò sicuramente di più in inverno. Ne comprerò altre però perché son bei colori, sto solo ponderando quale colore mi starebbe meglio.
11. Sephora Rouge Infusion The Neutrals – 19 Peony – 11,90€ – Non l’avrei preso se non fosse che mi trovavo nella aisle of doom di Sephora e l’ho visto in versione minisize. A me ha colpito molto, anche se dura poco sulle labbra: lo stendi e sembra un gloss, ma dopo un po’ viene assorbito dalle labbra e diventa meno lucido e più intenso, lasciando le labbra come se fossero tinte. Vorrei provare qualche colore più scuro. Non ha una durata eccezionale ma oh, a me piace.

web_haul-5

OCCHI
12. Essence Lash Mania Reloaded – 3,79€ – consumo mascara ad una velocità estrema, perché ho le ciglia sfigatelle e cerco sempre qualcosa che le renda visibili. Questo mi è stato consigliato dalla mia amica Jessica che di trucco se ne intende molto molto più di me, e devo dire che per 3,79€ è un mascara più che valido. A parte una leggera tendenza ad unire le ciglia, è l’unico che su di me tiene la piega.
13. Essence Make Me Brow – 02 Browny Brows – 3,19€ – da quando Cara Delevingne e le sue sopracciglia talmente vaste da essere dichiarate uno stato indipendente sono salite al successo, ricevo sempre un sacco di complimenti per le mie sopracciglia folte e senza forma. Di solito riempio un po’ i buchi con un pennello angolato e un ombretto opaco, ma a volte il risultato è pesante e specie con la bella (bella ma non per me) stagione vorrei qualcosa di più leggero. Tra tutti i mascara per sopracciglia in commercio ho scelto questo perché è quello che costa di meno. Fa benissimo il suo lavoro, ma non avendo metri di paragone potrei star dicendo una stronzata. Ha anche le fibre al suo interno per infoltire le sopracciglia, cosa che mi spaventava visti i miei pelazzi rigogliosi, ma alla fine neanche si vedono e finora non ho spaventato nessuno.
14. Maybelline Master Drama – Ultra Black – 9€ circa – è un khol molto cremoso e iper pigmentato, su di me sbava un pochino all’angolo esterno dell’occhio (invisibile nel caso di smokey eyes), ma comunque rimane spiaccicata sulla rima interna per ore e non va via. Sicuramente è la matita migliore mai provata, nel campo di quelle low cost.

Abbiamo aggiunto alla colonna laterale del sito i link al nostro profilo Twitter e la nostra pagina facebook, che ha raggiunto e superato i 100 Mi Piace ♥ Se vi va seguiteci, in cambio vi promettiamo di non utilizzare mai termini come “shopping truccoso” o “make up sbrilluccicante”.

Opinioni Opinabili

Come farsi vedere da Marte – Mary-Lou Manizer di theBalm

Ci sono cose su cui spendo soldi meno volentieri, comunque cercando di buttarne il meno possibile: blush, bronzer, ciprie e illuminanti. E ombretti singoli, ma questo meriterebbe un discorso a parte. Ho due ciprie, due terre (che non uso), due blush e, non ho ancora capito come, tre illuminanti che non uso mai.
Raramente mi ridisegno la faccia con contouring e altre amenità, primo perché sono pigra, secondo perché non vivo una vita mondana e mi sembra sempre assurdo truccarmi come Kim Kardashian (anche se il mio culo ormai è il doppio del suo) per fare la spesa al Conad.
PERÒ gli illuminanti sono belli, luccicano, ti fanno sentire Barbie Magie delle Feste invece della solita cessa di Monster High, e se ne metti molto ti rendono visibile da Marte.

DSC01138

DSC01139
Tutto questo per giustificare l’acquisto del Mary-Lou Manizer di theBalm, in assoluto uno dei prodotti a cui faccio una corte spietata da più di un anno.
I motivi per cui non avevo ancora ceduto? Non conoscevo ancora quell’isola felice che è Maquillalia. Lo avevo sempre trovato a prezzi superiori ai 22€, a cui aggiungere le spese di spedizione, mentre su Maquillalia sta sui 15€ e le spese ammontano a 5€.
Considerando che dentro ce ne sono 8,5 gr, conto che mi duri per sempre. Per fare un esempio, il fondotinta minerale di Neve Cosmetics lo vendono da 8 gr, e me lo spennello come se non ci fosse un domani; il Mary-Lou Manizer lo sfioro col pennello e soffio pure via l’eccesso.

DSC01140

Ma veniamo ai dettagli.

Mary-Lou Manizer è un illuminante sbrilluccicoso color miele chiaro, con riflessi dorati, e la prima volta che l’ho aperto ho detto eresie come “tutto qui?!” e “ma è scurooo!”.
Ecco, no, ero solo scema. Una volta che lo provi ti rendi conto che non è scuro, è praticamente perfetto.
Si fonde benissimo con la pelle, cosa non proprio scontata quando si ha a che fare con prodotti che hanno del glitter all’interno.

DSC01141

DSC01143

Lo uso sfumato molto bene sul punto più alto degli zigomi, proprio prima che inizi la zona del contorno occhi. Sono certa che ci sia un nome che indichi quel punto esatto, ma non mi fido a googlare perché poi succede come quella volta in cui sono comparsi volti sfigurati e io mi inquieto facilmente.
Lo uso anche nell’angolo interno dell’occhio per illuminare e aprire un po’ lo sguardo, cosa che faccio sempre specie se decido di fare uno smokey.
Ho provato anche ad usarlo come ombretto, applicandolo con un pennello bagnato (io ho usato la Nebbia Fissante di Neve, ma penso vada bene anche l’acqua), e il risultato è bellissimo: diventa molto cremoso e se possibile anche più brillante.
Con o senza fissante dura comunque per sempre. Sul serio, sono rimasta colpita dalla durata infinita di questa polvere magica.

DSC01151

Ho deciso di fare gli swatch anche di altri illuminanti in mio possesso, che sono diversi per colore, texture e prezzo, giusto per fare un confronto.
Quello al centro fa parte di una palette trio di Makeup Revolution, la Ultra Sculpt & Contour Kit in Ultra Fair C01. Adesso hanno cambiato nome, ma sono le stesse. L’ho presa perché su un blog tedesco avevo letto che il bronzer presente nella palette fosse simile ad Hoola di Benefit, ma a questo punto credo di aver capito male (del resto io di certo non parlo tedesco) perché secondo me non ci assomiglia. Rimane comunque una palette che supera le mie aspettative, visto che il blush non è male, la terra è pigmentata e per chi è un filo più scuro di me va benissimo e l’illuminante è fantastico. Lo definirei un color champagne con sottotono rosa, e pure questo dura una vita.
L’altro illuminante è della Essence, uno dei due Soo Glow! che ho visto in giro. Questo è quello rosa, il 20 – Bright up your life. Come consistenza è molto più cremoso, è un cream to powder quindi si stende bene e dura tanto.
Ma ora che ho il Mary-Lou Manizer probabilmente li lascerò abbandonati nel cassetto fino a quando un giorno non mi ricorderò di loro e mi prenderanno i sensi di colpa come quando da piccola lasciavo in disparte i giocattoli. Ma quella è stata tutta colpa di Toy Story.

Vita Vera

Fermiamo le Youtubers (Letteralmente) | Vogliamoci bene al lunedì #1

BUON LUNEDÌ!

Se anche voi stamattina vi siete svegliate e dopo aver dato una rapida occhiata allo specchio avete deciso che la vostra faccia oggi proprio non ce la può fare, se anche voi faticate a capire come facciano le dannate youtubers ad essere sempre perfette nei loro video, se anche voi non riuscite a coordinare più di due cose insieme (per me sono viso e unghie, o unghie e capelli, o viso e capelli. Tre insieme non ce la faccio. E non parliamo di depilazioni varie che mi viene il male di vivere) e siete alla ricerca disperata della formula magica che vi permetta di gioire del vostro aspetto anche se non vi fate uno scrub al viso da quattro mesi, non preoccupatevi.

Non siete voi il problema. Voi siete bellissime. E bellissimi.

È colpa loro, delle youtuber, che in quei 15 minuti di perfezione virale hanno il potere di farci spendere trilioni di petroldollari su prodotti che comunque non serviranno a farci sembrare belle come loro.

Io dico basta, fermiamole.

Amanda-ENsingCasey-HolmesgabbifleurcarlySammi model